Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Descrizione: Logo archaeoastronomy

ARCHEOASTRONOMIA LIGUSTICA

 

 

CURRICULUM SCIENTIFICO

 

 

Archeoastronomia Ligustica è un centro di ricerca nato nel 2001 dalla collaborazione, già peraltro avviata negli anni precedenti, di Mario Codebò ed Henry De Santis, studiosi genovesi del settore.

 

Gli studi che Archeoastronomia Ligustica effettua spaziano dalla misura degli orientamenti di monumenti di epoca pre-protostorica, classica e medioevale, fino alla storia dell’astronomia ed all’etnoastronomia, mediante lo studio delle montagne usate come “meridiane” o quali indicatrici delle ore del giorno.

 

Le ricerche vengono effettuate con l’ausilio di strumenti topografici di precisione quali teodoliti ottici, goniometri e squadri sferici graduati, nonché di rilevatori GPS per la rilevazione delle coordinate geografiche.

Sono inoltre utilizzate, per lo sviluppo dei calcoli di trigonometria piana e sferica, pubblicazioni nautiche ed astronomiche professionali, necessarie per stabilire in maniera scientifica e probatoria gli orientamenti misurati.

 

Le risultanze emerse dalle ricerche vengono presentate annualmente presso convegni e seminari del settore, alcuni dei quali Archeoastronomia Ligustica ha avuto il compito e l’onore di organizzare, come l’importante Convegno internazionale: "Archeoastronomia: un dibattito tra archeologi ed astronomi alla ricerca di un metodo comune" tenutosi a Genova e Sanremo nell’anno 2002, i cui Atti sono stati pubblicati dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri nella collana “Atti dei Convegni”.

Inoltre, Mario Codebò ha curato l’edizione italiana del libro “Stele e Stelle”, versione italiana del testo di Michael HoskinTombs, Temples and their Orientations”, sugli orientamenti astronomici di alcune migliaia di strutture megalitiche del bacino occidentale del Mediterraneo, arricchendola dell'appendice "Problemi, ricerche e ricercatori della penisola italiana".

 

Archeoastronomia Ligustica fornisce anche la propria collaborazione - mediante attività di consulenza e studio in situ di emergenze archeoastronomiche - nell’ambito di missioni archeologiche, sia in Italia, sia in Medio Oriente ed Asia Centrale e coopera con Enti Pubblici, nazionali ed esteri, quali il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’Istituto Idrografico della Marina, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria (della quale Henry De Santis è Ispettore Onorario per la Tutela delle Antichità), il Dipartimento di Archeologia dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna ed il Ministry of Heritage and Culture del Sultanato di Oman.

 

Le relazioni scientifiche prodotte, alla data attuale più di 50, sono rese pubbliche e liberamente fruibili, dopo la relativa riproduzione a stampa, sul presente sito nell’apposita sezione dedicata.

 

Il sito ospita inoltre numerosi collegamenti a siti partner o di settore e riporta, in costante aggiornamento, tutti gli incontri di studi in programma in Italia e nel mondo.

 


2017

 

Relazione su invito di Mario Codebò, dal titolo Bric Pinarella: un enigmatico osservatorio in pietra”, presso il VI Convegno Internazionale di Archeoastronomia in Sardegna - la misura del tempo –tenutosi  presso l’Università degli Studi di Sassari il 1° dicembre 2017.

 

Ricognizioni di superficie effettuate in Galizia (Spagna) e Portogallo da Henry De Santis volte allo studio dell’arte rupestre locale alla ricerca di eventuali connessioni con fenomeni astronomici (17-22 settembre 2017).

 

Conferenza dal titolo “Archeoastronomia: le pietre e le stelle, esperienze di studio su scavi archeologici” tenuta il 12 agosto 2017, presso la sala comunale di Onzo (SV) in occasione della manifestazione Old Stone Festival.

 

Conferenza itinerante nell’ambito della serata culturale denominata “Solstizio d’estate - V edizione” organizzata, in data 17 giugno 2017, dall’Associazione Amici del Museo Archeologico di Alpicella (SV).

 

Docenza al corso per Operatori Naturalistici e Culturali del Club Alpino Italiano organizzato dal Comitato Scientifico Ligure-Piemontese-Valdostano del C.A.I., tenutosi a Pian delle Bosse (Loano-SV) l’8-9 aprile 2017.

 

Partecipazione al XIX Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 1-2 aprile 2017, con tre relazioni:

Mario Codebò: La triplice congiunzione Giove-Saturno del 12895 a.C.;

Mario Codebò, Agostino Frosini: Il software VSOP87 (Variations Séculaires des Orbites Planetairès);

Henry De Santis: Verifiche archeoastronomiche sull’allineamento della struttura sommitale di Monte Caggio (Imperia).

 

Relazione su invito, di Henry De Santis e Giulio Montinari, dal titolo “Verifiche archeoastronomiche sull’allineamento della struttura sommitale indagata nel contesto archeologico di Monte Caggio/Tana della Ratapena (Sanremo/Perinaldo) e nuovi dati da ricognizioni sul crinale dei Termini di Perinaldo/Bajardo” nell’ambito della giornata di studi “Vent’anni di ricerche archeologiche a Sanremo e nell’entroterra” tenutasi a Sanremo il 28 gennaio 2017.

 


2016

 

Relazione su invito, di Mario Codebò, dal titolo “Tre rotte nautiche dell’Odissea”, al V Convegno Internazionale di Archeoastronomia in Sardegna - la misura del tempo - tenutosi presso l’Università degli Studi di Sassari il 16 dicembre 2016.

 

Partecipazione al 16° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A) tenutosi a Milano, dal 3 al 4 novembre 2016, con i seguenti contributi:

M. Codebò, A. Fourlis: “Sirius was already white”.

H. De Santis, M. Conventi: (Poster) “Orientamento e tipologia costruttiva dell’impianto urbano della città romana di Albingaunum (Albenga)”.

 

Docenza al corso per Operatori Naturalistici e Culturali del Club Alpino Italiano “Saper riconoscere per tutelare – l’ambito archeologico come esempio di studio ed indagine del patrimonio culturale”, organizzato dal Comitato Scientifico Ligure-Piemontese-Valdostano del C.A.I., tenutosi a Loano (SV) il 29 ottobre 2016 ed a Torino il 20 novembre 2016.

 

Conferenza itinerante nell’ambito della serata culturale denominata “Solstizio d’estate - IV edizione” organizzata, in data 18 giugno 2016, dall’Associazione Amici del Museo Archeologico di Alpicella (SV).

 

Partecipazione al XVIII Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 19-20 marzo 2016, con doppia relazione:

Mario Codebò, Agostino Frosini: “Sulle rotte di Ulisse”.

Henry De Santis: “L’interpretazione del Mazzaroth del libro biblico di Giobbe e le sue connessioni con l’astronomia assiro-babilonese”.

 


2015

 

Partecipazione al Convegno Annuale della Société Européenne pour l’Astronomie dans la Culture (SEAC): “Astronomy in past and present cultures”, tenutosi a Roma dal 9 al 13 Novembre 2015, con il poster:

A stone observatory at Bric Pinarella (Italy), a firma di M. Codebò, H. de Santis e G. L. Pesce.

 

Conferenza itinerante dal titolo “Dal neolitico ai Celti, le antiche popolazioni di Liguria” nell’ambito della serata culturale denominata “Solstizio d’estate - III edizione” organizzata, in data 20 giugno 2015, dall’Associazione Amici del Museo Archeologico di Alpicella (SV).

 

Partecipazione al XVII Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 28-29 marzo 2015, con relazione di Mario Codebò dal titolo: “Nuovi strumenti in archeoastronomia.

 


2014

 

Relazione su invito, di Mario Codebò, dal titolo “Orientamenti al polo nord nel III millennio a. C. in Egitto, Turkmenistan e Valle dell’Indo”, al IV Convegno Internazionale di Archeoastronomia in Sardegna - la misura del tempo - tenutosi presso l’Università degli Studi di Sassari il 19 dicembre 2014.

 

Conferenza di Henry De Santis, dal titolo “Archeoastronomia: scienza o fantasia?”, tenuta presso la sede dell’Associazione Astrofili Polaris di Genova, il 21 novembre 2014.

 

Partecipazione al 14° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A) tenutosi a Padova, dal 17 al 18 ottobre 2014, con il seguente intervento:

M. Codebò, H. De Santis, A. Frosini: “Nautical Method and JD Method in Archaeoastronomy”.

 

Partecipazione al XVI Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 12-13 aprile 2014, con relazione di Mario Codebò, “Dall’altezza misurata all’altezza vera”.

 


2013

 

Relazione su invito di Mario Codebò, dal titolo “Osservatorii astronomici della preistoria”, tenuta il 19 dicembre 2013 presso il liceo scientifico di Sassari.

 

Partecipazione al 13° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A) tenutosi a Sassari, dal 14 al 16 novembre 2013, con il seguente intervento:

R. Balestrieri, M. Codebò, A. Gaspani: Multilevel Archeoastronomical Pre-Analysis of the Romanesque Church of San Paragorio in Noli”.

 

Promozione dell’iniziativa tesa a dedicare all’ingegnere astronomo Glauco de Mottoni y Palacios uno spazio nell’ambito della città di Genova, conclusasi con l’inaugurazione degli omonimi giardini presso il quartiere di Bolzaneto, il giorno 06 ottobre 2013.

 

Partecipazione al XV Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 13-14 aprile 2013, con le seguenti relazioni:

M. Codebò, A. Frosini: Il metodo nautico.

H. De Santis, S. Pedemonte: " La misurazione archeoastronomica dei ruderi della chiesa di Santo Stefano a Isola del Cantone (GE)”.

 


2012

 

Relazione su invito, di Mario Codebò, dal titolo “Le montagne meridiane”, al II Convegno Internazionale di Archeoastronomia in Sardegna - la misura del tempo - tenutosi presso l’Università degli Studi di Sassari il 18 dicembre 2012.

 

Partecipazione al 12° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A) tenutosi ad Albano Laziale (RM) dal 05 al 06 ottobre 2012 con il seguente intervento:

M. Codebò, H. De Santis, A. Pennacchi, M. Ranieri, L. Torlai: “Astronomia e Geometria nella cattedrale di Genova”.

 

Partecipazione al Congresso internazionale “Représentations d’astres, d’amas stellaires et de constellations dans la préhistoire et dans l’antiquité”, organizzato dal prof. Henry De Lumley e tenutosi presso il Musée Départemental des Merveilles, in Tenda (F) dal 24 al 27 settembre 2012, con i seguenti interventi:

M. Codebò, H. De Santis: Investigation about a Valcamonica’s engraving near the Capitello dei Due Pini.

H. De Santis: "An alleged representation of the constellation of the Crow in combination of cup-marks”.

 

Intervento nell’ambito della serata culturale denominata “Solstizio d’estate”, organizzata in data 23 giugno 2012 dall’Associazione Amici del Museo Archeologico di Alpicella, presso la “strada a tecnica megalitica” di Alpicella (SV).

 

Conferenza di Henry De Santis, dal titolo “archeoastronomia: scienza o fantasia?”, tenuta il 5 maggio 2012, in Pisa, Palazzo Ricci, sede della facoltà di Lettere e successiva dimostrazione pratica presso il “tumulo del Principe”.

 

Partecipazione al XIV Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 24-25 marzo 2012, con le seguenti relazioni:

M. Codebò: Il calcolo FK4 B1900.0 della precessione delle stelle.

H. De Santis: "Misurazione preliminare degli orientamenti di 11 antiche chiese rurali dell’isola di Pantelleria (TP)”.

 

Prosecuzione, nei mesi di febbraio-marzo 2012, della missione nel Sultanato di Oman volta alla misurazione degli orientamenti degli allineamenti di triliti e delle sepolture del periodo Afit.

 


2011

 

Relazione su invito, di Mario Codebò, dal titolo “la precessione degli equinozi prima di Ipparco: dalla Stella di Betlemme alla creazione del mondo”, al I Convegno Nazionale di Archeoastronomia in Sardegna - la misura del tempo - tenutosi presso l’Università degli Studi di Sassari il 12 dicembre 2011.

 

Partecipazione all’11° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A): “Archeoastronomia, Astronomia Culturale, Astronomia Storica, Storia dell'Astronomia: il dentro e il fuori del cosmo, punti di vista per interpretare il mondo tenutosi a Bologna e Marzabotto dal 28 al 30 ottobre 2011 con i seguenti interventi:

H. De Santis, M. Codebò, B. Cerasetti: “Archaeoastronomical surveys in Turkmenistan”.

H. De Santis, M. Codebò, D. Frenez: “Archaeoastronomical surveys at Lothal (Gujarat, India)”.

M. Codebò, E. Salvo:“Archaeoastronomical surveys in Villa Adriana of Tivoli (Rome, Italy).

 

Intervento vertente la rappresentazione dei cicli solari nell’antichità, tenuto nell’ambito della serata culturale denominata “Solstizio al riparo sotto-roccia”, organizzata in data 25 giugno 2011 dall’Associazione Amici del Museo Archeologico di Alpicella, presso il riparo rupestre di località Rocca Fenestrelle ed il Museo Archeologico di Alpicella (SV).

 

Conferenza di Mario Codebò ed Henry De Santis, in data 18 giugno 2011, dal titolo: “Gli allineamenti astronomici della chiesa romanica di San Paragorio e di altri antichi edifici religiosi del comprensorio di Noli (SV)”, tenuta presso il Complesso Monumentale di San Paragorio nell’ambito del I festival internazionale del cinema archeologico promosso dal comune di Noli (SV).

 

Patrocinazione e collaborazione nell’organizzazione del corso di II livello della Società speleologica Italiana “Archeologia ipogea e studio delle cavità artificiali”, tenutosi a Genova dal 6 all’8 maggio 2011.

 

Conferenza di Mario Codebò, in data 29 aprile 2011, dal titolo: “Gli osservatori astronomici dell’antichità: archeoastronomia, megalitismo, incisioni rupestri, paleontologia e archeologia”, tenuta a Roccapalumba (PA) nell’ambito del Premio Nazionale per le scienza astronomiche “Giovan Battista Hodierna”.

 

Partecipazione al XIII Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 09-10.04.2011, con le seguenti relazioni:

M. Codebò: Il calcolo FK4 B1950.0 della precessione delle stelle.

H. De Santis: " Determinazione dell’orientamento d’un presunto menhir al Passo del Bracco (SP)".

M. Codebò, E. Salvo: “Orientamenti astronomici di Roccabruna e Tempio di Apollo: algoritmi e calcoli”.

 


2010

 

Nel quadro del progetto "Genovesi Illustri", Archeoastronomia Ligustica ha promosso presso il Festival della Scienza 2010, tenutosi in Genova dal 29 ottobre al 07 novembre 2010, le due seguenti conferenze:

·         "Astronomia ai raggi X", conferenza inaugurale del festival tenuta dal premio Nobel 2002 per la fisica, prof. Riccardo Giacconi, genovese di nascita, in data 29 ottobre 2010, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale.

In tale occasione, il sindaco di Genova dott.ssa Marta Vincenzi ha conferito al prof. Giacconi il Grifo d'Oro, massima onorificenza civica.

·         "Glauco de Mottoni: un genovese su Marte", conferenza del dott. Walter Ferreri tenutasi in data 02 novembre 2010, presso l'Aula Polivalente S.Salvatore, della Facoltà di Architettura, Piazza Sarzano, Genova.

 

Partecipazione al 10° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A): “Archeoastronomia, Astronomia Culturale, Astronomia Storica, Storia dell'Astronomia” tenutosi a Trinitapoli (BT) dal 22 al 24 ottobre 2010 con l’intervento:

H. De Santis, M. Codebò: “Sull’orientamento di alcune sepolture Hafit (III millennio a. C.) nel Sultanato di Oman”.

 

Inizio, nel mese di settembre 2010, della missione in Turkmenistan, nella regione del delta del Fiume Murghab. In particolare sono state misurate le strutture scavate dell’insediamento dell’età del bronzo denominato Gonur North e del tempio limitrofo di Gonur South, dell’insediamento dell’età del ferro denominato Togolok 21 e delle fortezze ed edifici di epoca medioevale della città di Merv.

 

Continuazione, dal 1 al 7 luglio 2010, della missione archeoastronomica in corso a Pantelleria con la misurazione preliminare degli orientamenti delle antiche 13 chiese rurali dell’isola.

 

Henry De Santis e Mario Codebò correlatori nella conferenza del prof. Tiziano Mannoni: Quale astronomia conoscevano i nostri antenati?, tenutasi Venerdì 28 maggio 2010 presso il museo di S. Agostino di Genova.

 

Partecipazione al XII Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova nei giorni 17-18.04.2010, con doppia relazione:

M. Codebò: “L’algoritmo giuliano del Sole”.

H. De Santis: "Nuove indagini sul Monte di Mezzogiorno a Stellanello (SV)".

 

Partecipazione nel mese di febbraio 2010, alla missione archeologica nel Sultanato di Oman, diretta dal Dipartimento di Archeologia dell’Università di Birmingham (UK), con attività di ricognizione e scavo di siti paleolitici.

 


2009

 

Conferenza di Mario Codebò, il 12 dicembre 2009, dal titolo: “Dalla stella di Betlemme alla creazione del mondo – cronologie astronomiche nelle tradizioni di antichi popoli”, tenuta presso il Museo di Storia Naturale G. Doria di Genova.

 

 

Presentazione, in data 3 dicembre 2009, nella Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale a Genova, del libro "Archeoastronomia: un dibattito tra archeologi ed astronomi alla ricerca di un metodo comune. Atti del Convegno Internazionale Istituto Internazionale di Studi Liguri, anno 2002".

 

 

Partecipazione al 9° Convegno Annuale della Società Italiana di Archeoastronomia SIA Cursus Caelestium Siderum” tenutosi a Firenze, Dipartimento di Astronomia di Arcetri, dal 14 al16 settembre 2009, con doppia relazione:

M. Codebò.The knowledge of the Aequinoctial precession before Hypparcus”.

R. Balestrieri , M. Codebò, H. De Santis. “Il monumento funebre di Margherita di Brabante e l'orientamento della chiesa di San Francesco”.

 

Misurazione, nei mesi di agosto-settembre 2009, dell’orientamento naturale dell’ingresso della grotta “Tana del Lupo” sita in Angera (VA) su incarico del Dipartimento di Archeologia dell'Università di Bologna (direttore Prof. Maurizio Tosi).

 

Rilievo archeoastronomico, nel mese di luglio 2009, dei menhir di Contrada Serraglio in Pantelleria (TP), su incarico del Dipartimento di Archeologia dell'Università di Bologna (direttore Prof. Maurizio Tosi).

 

Conferenza di Mario Codebò, il 16 maggio 2009, dal titolo: “da Stonehenge a Finale Ligure: osservatori astronomici della preistoria europea”, tenuta presso il Museo di Storia Naturale G. Doria di Genova.

 

Partecipazione all’XI seminario di archeoastronomia dell'Associazione Ligure per lo Sviluppo degli Studi Archeoastronomici (A.L.S.S.A.), tenutosi a Genova il 18 aprile 2009, con relazione:

H. De Santis, A. Gammuzza. Analisi astronomica e culturale della funzione meridiana del monte di mezzogiorno a Stellanello (SV)”.

 

Partecipazione, dal 02 al 16 febbraio 2009, alla missione archeologica in India condotta dal Dipartimento di Archeologia dell'Università di Bologna (direttore Prof. Maurizio Tosi) al fine di misurare gli orientamenti astronomici delle strutture del paleo-porto della civiltà di Harappa di Lothal (Gujarat).

 

Relazioni dal titolo:

M. Codebò: “Archeoastronomia europea”.

M. Codebò: “Il rilevamento archeoastronomico”.

H. De Santis: “Esercitazione di rilevamento archeoastronomico”, nell’ambito del modulo 1, “criteri pratici dell’archeologia “globale”: uomo, cultura e territorio” della Scuola Interdisciplinare delle Metodologie Archeologiche dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri, Genova, 26-31 gennaio 2009.

 

Partecipazione alla missione archeologica, nel mese di gennaio 2009, nel Sultanato di Oman diretta dal Dipartimento di Archeologia dell’Università “Alma Mater Studiorum” di Bologna con la fornitura di consulenze di archeoastronomia.


2008

Conferenza dal titolo: "dalla stella di betlemme alla creazione del mondo" tenuta presso l'Istituto Internazionale di Studi Liguri - Sezione di Genova il 06.06.2008.

 

Partecipazione al X Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova il 12.04.2008 con doppia relazione:

M. Codebò - E.Bianchi - G. Veneziano: "Tempo della creazione e ciclo precessionale nella Bibbia".

M. Codebò - H. De Santis: "Analisi astronomica della pietra fitta del Passo della Mezzaluna (IM)".

 

Partecipazione alla missione archeologica, nei mesi di gennaio-febbraio 2008, nel Sultanato di Oman diretta dal Dipartimento di Archeologia dell’Università “Alma Mater Studiorum” di Bologna con la fornitura di consulenze di archeoastronomia.


 2007

Relazione su invito dal titolo: "Dalla “stella di Betlemme” alla creazione del mondo" tenuta l'11.03.2007, presso l'associazione Domenica Est di Finalpia.

 

Partecipazione al IX Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova il 31.03.2007 con doppia relazione:

M. Codebò - E.Bianchi - G. Veneziano: "Dalla “stella di Betlemme” alla creazione del mondo".

M. Codebò - H. De Santis - A. Veronesi: "Analisi archeoastronomica della chiesa di San Marziano di Viarigi (AT)".

 

Partecipazione al 7° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A): "Il Cielo e l’Uomo: problemi e metodi di Astronomia Culturale" tenutosi a Roma il 28-29 settembre 2007 con doppio intervento:

E. Bianchi, M. Codebò, G. Veneziano: "Tempo della creazione e ciclo precessionale nella Bibbia".

M. Codebò, H. De Santis: "Archeoastronomia Ligustica: bilancio di venti anni di ricerche".


2006

Relazione su invito dal titolo: “Archeoastronomia, lo studio dell’astronomia nelle culture dell’antichità”, tenuta il 19.03.2006, presso l'associazione Domenica Est di Finalpia.

 

Relazione su invito dal titolo: “Una necropoli astronomica del 3° millennio a.C.”, tenuta il 17.09.2006, presso l'associazione Domenica Est di Finalpia.

 

Partecipazione al 6° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A): "Archeoastronomia, Storia dell'astronomia antica, Astronomia culturale e Astronomia storica", tenutosi a Campobasso il 22-23 settembre 2006 con il seguente intervento:

M.Codebò, H.De Santis, G.L. Pesce: "L'osservatorio di pietra di Bric Pianarella (SV)".

 

Relazione su invito dal titolo "Ipotesi e certezze sulle utilizzazioni pre-scentifiche dell’astronomia", tenuta il 17.10.2006, presso il corso di specializzazione "Archeologia dell'uomo"- modulo 1/1 - "archeologia globale" - della Scuola Interdisciplinare delle Metodologie Archeologiche dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri, Bordighera (IM).

 

Partecipazione al FESTIVAL DELLA SCIENZA con conferenza di Mario Codebò e Giulio Magli dal titolo: “Misteri e scoperte in archeoastronomia: dalle piramidi alla Liguria” tenuta il giorno 30-10-2006 presso la Sala del Minor Consiglio, Palazzo Ducale, Genova.


2005

Conduzione, nel corso dell'anno, della rubrica settimanale "Dove", vertente temi archeologici ed archeoastronomici, all'interno della trasmissione "DomenicAssieme", in onda su Entella TV.

 

Partecipazione all'VIII Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova il 22-23.04.2005 con doppia relazione:

M. Codebò - E.Bianchi: "Considerazioni astronomiche sulle aspettative messianiche giudaico-cristiane".

Henry De Santis: "Montagne meridiane dell’Appennino Ligure".

 

Partecipazione al 5° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A): "Archeoastronomia, Storia dell'astronomia antica, Astronomia culturale e Astronomia storica", tenutosi a Milano - Palazzo Brera - il 23-24 settembre 2005 con il seguente intervento:

E. Bianchi - M.Codebò - G. Veneziano: "Ipotesi astronomica sulla "Stella di Betlemme" e sulle aspettative escatologiche coeve nel mondo mediterraneo".


2004

Partecipazione al Convegno di studi "Astronomia e archeologia a confronto" tenutosi Sabato 20 e domenica 21 marzo 2004 a Villa Filangeri - S. Flavia Solunto (Palermo), con relazione dal titolo "Montagne meridiane nell'arco alpino".

 

Partecipazione al 1° Incontro – Convegno delle Associazioni di Astrofili Liguri tenutosi Sabato 27 Marzo 2004 nel Parco sul mare “NUA NATUA” Sestri Levante (Genova), con relazione dal titolo: "Archeoastronomia Medioevale in Liguria".

 

Partecipazione al VII Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova il 24.04.2004 con doppia relazione:

M. Codebò - G. Lupato: “Errori di valutazione archeologica nell’indagine archeoastronomica”.

Henry De Santis - Marco Greco: “Analisi archeoastronomica della pieve di S. Maria Maddalena di Lavina (IM)”.

 

Intervista su invito alla trasmissione "DomenicAssieme", andata in onda domenica 13 giugno 2004 su Entella TV.

 

Relazioni su invito al Parco sul mare “NUA NATUA” di Sestri Levante (Genova), in occasione della serata di osservazioni astronomiche organizzata, dal Gruppo Astrofili Vega di S.Margherita Ligure, il giorno 25.06.2004.

 

Partecipazione al 4° Convegno annuale della Società Italiana di Archeoastronomia (S.I.A): "Archeoastronomia, Storia dell'astronomia antica, Astronomia culturale e Astronomia storica", tenutosi presso il Comune di Lerici (La Spezia) il 24 e 25 settembre 2004 con i seguenti interventi:

E. Bianchi - M.Codebò: "ipotesi astronomica intorno ad un epigrafe dedicatoria di età bizantina a Grado (TS)".

M.Codebò: "Archeoastronomia in Val di Fassa".

A.Marano Bonora-V.Bonora-M.Codebò-H.De Santis-A.Gaspani-D.Medioli: "Simbolismo mistico e orientazioni astronomiche nella chiesa romanica di S.Paragorio a Noli (SV)".

 

Partecipazione al Congresso Internazionale – Tavola Rotonda: “Save rock art - salvaguardia e studio dell’ arte rupestre mondiale nei principali siti a rischio”, organizzato dal CeSMAP, Centro Studi e Museo d'Arte Preistorica e dal Museo Civico di Archeologia e Antropologia di Pinerolo, tenutosi presso il salone di rappresentanza del Municipio di Pinerolo il 22-23-24 ottobre 2004, con due interventi (poster) dal titolo: "archeoastronomia e arte rupestre: problemi metodologici, stato della ricerca e prospettive future" e "incisioni inedite dei monti liguri tosco-emiliani".


2003

Partecipazione al VI Seminario A.L.S.S.A. di Archeoastronomia, tenutosi a Genova l'08/03/2003 con doppia relazione:

M. Codebò - "Stato e prospettive della ricerca archeoastronomica in Liguria".

H. De Santis - "La costellazione del Corvo su una roccia incisa: un'ipotesi di astronomia culturale".

 

Partecipazione al 3° Convegno della Società Italiana di Archeoastronomia, tenutosi presso l'Osservatorio Astronomico di Capo di Monte – Napoli il 26 e 27/09/2003 con intervento dal titolo: "Aggiornamento sugli orientamenti astronomici delle monofore delle rovine della chiesa di San Lorenzo al Caprione (Lerici - La Spezia)".

 

Relazione su invito dal titolo "Archeoastronomia: la scienza degli astri nelle culture del passato" nell'ambito della manifestazione del M.I.U.R. "Netdays Europa - Progetto ARTE E SCIENZA - espressione di creatività umana come dialogo tra culture", tenutasi a TORINO il 20 e 21/11/2003 c\o la Sala Conferenze della Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea.


 2002

Partecipazione al 2° Convegno della Società Italiana di Archeoastronomia, tenutosi a Monte Porzio Catone (Roma) il 27 e 28/09/2002 con intervento (poster) dal titolo: "Gli orientamenti astronomici delle chiese di S. Giulia e S. Margherita di Capo Noli (SV)".

 

Relazione su invito dal titolo "L'archeoastronomia tra necessità quotidiane e visione del mondo" tenuta presso il corso di specializzazione del 2002 su "Archeologia dell'uomo"- modulo 2/1 - "Criteri pratici dell'archeologia globale: uomo, cultura e territorio" - della Scuola Interdisciplinare delle Metodologie Archeologiche dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri, Bordighera (IM).

 

Organizzazione tecnica del convegno internazionale "Archeoastronomia: un dibattito tra archeologi ed astronomi alla ricerca di un metodo comune" tenutosi a Genova e a Sanremo nell’anno 2002.

 

Presentazione del volumetto "Augusta Bagiennorum (Regio IX), una città astronomicamente orientata", in occasione del convegno internazionale di Sanremo.


2001

Partecipazione al 1° Convegno della Società Italiana di Archeoastronomia, tenutosi a Padova il 28 e 29/09/2001 con intervento (poster) dal titolo: "Studi di archeoastronomia nel Genovesato".

 

01.04.2001 - Fondazione di Archeoastronomia Ligustica.

 

- pagina iniziale -